Diario di Viaggio

Ungheria… survival story 4

Sopron

Seconda gara

Risveglio durissimo fa freddino e si starebbe bene a nanna, è solo la fame che mi da la carica, doccia veloce e poi giù nel salone per la colazione; qui ritrovo Silver pallidino, Gollum e Malù che adesso sono praticamente perfetti, loro, io un pò meno; arriva anche Vazul, che non bada a spese con il suo pusher, sorridente, quasi euforico e sempre vestito di nero, forse è per questo che quando sorride si nota tanto. Inizia il tour de force per fare colazione: la roba commestibile è abilmente sparsa per la sala e mischiata ad avanzi serali riciclati, rivedo i cazzetti in umido (sempre più piccolini e striminziti ), ali di pollo fritte galleggianti in olio e paprika, salsicce violacee e wurstel cotti al vapore; finalmente  ritrovo lo yogurt e ne prendo un ciotolone stracolmo, succo arancia e pane e col primo carico vado al tavolo; qui prendo velocemente informazioni e recupero latte e quello che dovrebbe essere caffè, ritorno al tavolo, deposito e riparto, schivo una marmellata simil  frutti di bosco (erano uova di lompo !!) e rintraccio burro e marmellata (albicocche ??) e bene o male, tipo IKEA, mi costruisco una colazione decente, ma che sudata!! I romani, arrivando con dieci minuti di ritardo, sono ormai passate le sette,  non troveranno quasi più nulla di umanamente mangiabile. Arriviamo al practical e siamo accolti dall’odore del fritto del giorno prima, mi riprende una nausea da primipara, resisto solo respirando con la bocca e scappando il più lontano possibile, ritorno solo per l’adunata piazzole: questa volta nessun ungherese o italiano; un caposquadra austriaco con pancia alla zuava, pantaloncini tirolesi con relativi pon pon e camicione di flanellona a quadri rosso, l’avevo già notato e inquadrato al nostro albergo, mi dice qualcosa bruscamente ed io rispondo accennando il saluto nazista:”… eil !!” si guarda attorno, nessuno ha notato nulla, mi sorride e mi batte un pacca sulla spalla borbottando in Unno qualcosa tipo: “Pravo racazzo, tu capito zupito chi sono io !!! “. Mentre comincia la solita manfrina sul divieto di fumo arriva il terzo compagno: Willi, una mezza porzione di arciere, timidissimo, svizzero-tedesco, costruttore di archi al carbonio, ( visto che era a 40 km da Wildhaus gli ho fatto visita dopo la mia fuga svizzera);  appena arriva si presenta e mi avverte che il capo è vecchio, pazzo e un pò nostalgico; “…no pericolozo solo matto!!”.  Già fatto conoscenza gli rispondo accendendo quella che avrebbe dovuto essere l’ultima sigaretta prima della gara, il Kaiser mi guarda malissimo, anche  Willi mi guarda e dice : ” … Dave se tu fuma, anche in gara, tranquillo a me freca ca..o !!” L’avrei baciato!! Intanto arriva il quarto: un ventenne francese, con galuoises papier mais incorporata e penzolante dalle labbra, oggi si fuma di brutto, penso fra me e me e poi… si parte! Dopo 20 minuti di marcia forzata arriviamo in piazzola qui sorrido al nipotino del Furer e mi accendo, seguito a ruota dal francese, la prima sigaretta, il capo si allontana di due passi e si gira per non federe nulla, farà così per tutta la gara, occhio non fede capo a posto!
Anche oggi, seconda gara col co, non farò faville ma raddoppierò lo score del giorno prima, sai che fatica! Campi molto belli, pochi dislivelli degni di nota e piazzole a distanze umane, i tiri semplici e diritti, pochi i trabocchetti tecnici e di solito solo giochi sul fattore sole-ombra, null’altro. Gara veloce, ritorno zoppicante al practical che son solo le due e trenta, mangio la solita cotoletta, evito le patate o meglio l’aglio alle patate e mi bevo due weiss, (per combattere la nausea).Quando arrivano i toscani con Ghershich, ( forse troppe h?), chiedo al loro dottore notizie del mio ginocchio, ci butta un occhio e mi sconsiglia di sforzarlo ancora; è in effetti molto gonfio.

to be continued

 

 

 

 

Condividi:
14 August, 2012

About Author

Davide Grossi

ernesto


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Istruzioni

Nel caso voleste contattarci per esprimere pareri, segnalarci malfunzionamenti, suggerirci proposte, o per qualsiasi altro motivo vi preghiamo di compilare il form di posta qui affianco.

Vi ricordiamo che tutti i campi sono obbligatori. Grazie find'ora per il vostro interessamento.

Lo Staff di Ernesto's Pages

– Link –
in questa sezione aggiungeremo man mano i link dei nostri amici sul web e delle risorse che ci pare bello consigliarvi. Ernesto

Siti Amici

Genseuganea Sara Iacopini O8 Dark Fiarc Forum Arco e Freccia Ex Forum Fiarc ora  Collaboration rooms Sagittando Adriano Alberti Diemme Archery Celestino Poletti Denis Pedrelli Filippo Donadoni Giuseppe Bianchi  Papetto  
Contatti
Per contattarci per qualsiasi esigenza: SCRIVICI QUI
I Vostri Ultimi Commenti

    Le Pagine di Ernesto

    Dopo aver scritto su vari forum e riviste d'arceria, pur continuando a farlo, ho deciso di aprire anche questo Blog per poter essere veramente libero di scrivere senza interferenze ed essere seguito e commentato da chi vorrà farlo.
    Siamo nell'era della comunicazione 2.0 quindi anche Ernesto ha deciso di buttarsi sul Web.

    Buona lettura a tutti.

    Ernesto

    Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile.
    Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione Copyright Davide Grossi 2012 ---
    DESIGN New-web
    SEO Primi su Motori
    POWERED FabioZanoli