Diario di Viaggio

Ungheria… survival story 5

Sopron

Ancora seconda gara

Visto l’orario e la fame, che ci avrebbe presi verso le sette, si decide di andare in centro, così come eravamo, per saccheggiare un supermercato, partiamo io, Malù, Gollum e un loro amico non forumista ma simpaticissimo lo stesso. Faccio una spesa da venerdì italiano, unica accortezza tutta roba pronta e molto probabilmente pure commestibile. Causa la lingua e vari disguidi tecnici ci metteremo un bel po’ alle casse; l’amico di Gollum agitava un salame sotto il naso della cassiera, non aveva capito che avrebbe dovuto prima  pesarlo, più lui lo esibiva brandendolo alla Rocco Sifredi, più la cassiera arrossiva chiamandolo, vista la mimetica, capitano; alla fine il capitano uscirà senza salame! Alla mia cassa una donna, probabilmente campionessa locale di Sumo, appena visto il mio bancomat italiano andava in convulsioni dal ridere, guardo Malù che mi rassicura dicendomi: “ Forza dai,  male che vada ho la carta e pago io!”  Tiro fuori una prima card: nulla!  La seconda la passo guardando verso il soffitto… e vaaaii … bingo!! Sono libero e con due sporte di roba da esplorare e forse mangiare!! Per Malù, come fare la spesa alla coop sotto casa, nessun intoppo , anzi sorrisi d’approvazione da parte di tutti gil ungheresi presenti, ci mancava pure l’applauso e la ola!! Lei aveva beccato l’unica cassiera di tutta l’ Ungheria che aveva studiato bene l’inglese, che invidia! Torniamo in hotel con i nostri “tesssori “, direbbe Gollum e ci diamo appuntamento per diciamo…ora di cena? Corro in camera e fra lo sfilamento maglietta, pantaloncino, fagocito due merendine con nutella, mi tolgo il resto e sparisce un paninone al formaggio poi nudo faccio un primo inventario:  non male, per due giorni dovrei essere a posto , metto il deperibile nel frigo bar, il resto lo nascondo nell’armadio. Alla fine mi resta in mano un barattolone plastico da un chilo,  l’avevo acquistato per yogurt naturale, almeno era lì in mezzo a quelli che sembravano yogurt, tuttavia ,a parte la dicitura natural , non riuscivo a capire nulla di quella illeggibile etichetta. Lo apro, bianco era bianco, inodore, era però insolitamente solido, tipo budino, passo all’assaggio… poteva essere…ma era strano… arrivo a mangiarne fino al primo quarto e un sommovimento budellare rumorosissimo mi blocca… e qui mi parte il dubbio: non è che sto mangiando, in quantità industriale, un prodotto che magari in confezioni da un chilo, sarebbe servito ad un condominio, magari per andare di corpo? Fermenti lattici concentrati per fare 50 kg di yogurth? Per sicurezza smetto di mangiare e mi siedo con sigarette, libro e da bere sulla tazza in bagno… ho un paio di orette per verificare la questione, dovrebbero bastare! Lì seduto faccio pure una pennica e dopo un’oretta passo in doccia, ancora nessun problema. Decido di tenere le chiavi a portata di mano, non si sa mai  e vado a vedere cosa mi aspetta nel salone da pranzo . Purtroppo nulla di nuovo mi attendeva, i soliti: “…non so che cosa sia… ma non è cattivo, guarda che se lo lavi bene si mangia, però… il pane non è male, ma l’olio per l’insalata dov’è ( in italia !!!); ma tu cosa stai mangiando?”  Bella domanda, non lo so ma ho fame!! Decidiamo alla fine di uscire la sera seguente a mangiare, non prima però di avere preso tutte le dovute informazioni; Malù riprova la scena della bottiglia di rosso, non ha però più la spinta del primo giorno e si arrende quasi subito, non è da lei… ma il cameriere  ungherese, con il suo volto inespressivo a qualunque sollecitazione, sarebbe sfiancante per chiunque. Andiamo al bar dove ci attende un barista che due parole le conosce: coca-cola e birra, punto!   Non ti dico il romano che voleva un succo di albicocca, l’unico vero punto fermo restava Vazul: seduto come solo Rommel sapeva stare, mediava le nostre richieste, fra la sua conoscenza del tedesco, quella del barista e la roba a disposizione dandoci, alla fine di lunghe contrattazioni, se non proprio la bevanda richiesta, dei surrogati almeno simili ai nostri desideri. Voi penserete: ma perchè non vanno in giro per la città, invece di soffrire in quel bar? Semplicissimo a Sopron alle 18 chiude tutto, non tutto come in Italia, tutto tutto ma veramente tutto; restano in pratica aperti fino all’una solo due locali, li definirei hard, in tutta la città; con 100 euro potevi prenotarti per ballare dieci minuti, magari dopo tre ore di attesa in fila, con la signorina che stava esibendosi, quasi col cappotto, da cubista in sala, (queste le voci di corridoio toscane!). Visti i prezzi e l’orario ci si accontentava, sessualmente parlando, di vedere il Vazul prima in sauna poi in piscina. Ha fatto ritorno da noi come estasiato dalle visioni, sauna troppo calda e pressione sanguigna quasi a zero, parlava pianissimo dicendo cose incomprensibili, occhi al cielo e sorriso fisso, magari un pò ebete, non ricordo se si è ripreso a grappini o se Silver e Gollum lo hanno messo a letto, io non stavo sicuramente meglio.

to be continued

 

Condividi:
14 August, 2012

About Author

Davide Grossi

ernesto


4 COMMENTS ON THIS POST To “Ungheria… survival story 5”

  1. grosso mirco says:

    Naaah! A questo punto devo conoscerti di persona. Devo proprio! Un Grosso saluto, Sig. Grossi! Vabbeh dai, perdonamela, anche se puzza di ovvietà. Ciao

    • Davide Grossi ernesto says:

      In pratica l’ho scritto ma tu leggi alla rovescia, metto i numeri progressivi apposta e la stessa foto per non confondere troppo i viaggi. Sono tutti racconti di viaggio messi nel vecchio forum Fiarc, ora non ci sono più e li sto rimettendo senza i commenti e un po’ripuliti nelle CR dove ribadisco non sono iscritto per protesta. In pratica sotto diario di viaggio li trovi tutti, poi basta seguire foto e numerazione. Confermo il fatto che domani sarò alla Fred.
      Dave

  2. grosso mirco says:

    Le mie intenzioni erano di esserci. Purtroppo mia suocera, alla quale volevo molto bene, ieri ha deciso di non soffrire più. Ci incontreremo in altra occasione. Sinceramente in questi giorni mi hai tirato molto su. Mi serviva e ti ringrazio. Ciao, Mirco

    • Davide Grossi ernesto says:

      Uno degli scopi sarebbe proprio quello di alleggerire un po’ la giornata a qualcuno, a me lo fa sicuramente quando scrivo, se poi arriva anche ad altri è il massimo. Mi spiace per tua suocera e adesso capisco perchè non c’eri.

      Dave

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Istruzioni

Nel caso voleste contattarci per esprimere pareri, segnalarci malfunzionamenti, suggerirci proposte, o per qualsiasi altro motivo vi preghiamo di compilare il form di posta qui affianco.

Vi ricordiamo che tutti i campi sono obbligatori. Grazie find'ora per il vostro interessamento.

Lo Staff di Ernesto's Pages

– Link –
in questa sezione aggiungeremo man mano i link dei nostri amici sul web e delle risorse che ci pare bello consigliarvi. Ernesto

Siti Amici

Genseuganea Sara Iacopini O8 Dark Fiarc Forum Arco e Freccia Ex Forum Fiarc ora  Collaboration rooms Sagittando Adriano Alberti Diemme Archery Celestino Poletti Denis Pedrelli Filippo Donadoni Giuseppe Bianchi  Papetto  
Contatti
Per contattarci per qualsiasi esigenza: SCRIVICI QUI

Le Pagine di Ernesto

Dopo aver scritto su vari forum e riviste d'arceria, pur continuando a farlo, ho deciso di aprire anche questo Blog per poter essere veramente libero di scrivere senza interferenze ed essere seguito e commentato da chi vorrà farlo.
Siamo nell'era della comunicazione 2.0 quindi anche Ernesto ha deciso di buttarsi sul Web.

Buona lettura a tutti.

Ernesto

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile.
Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione Copyright Davide Grossi 2012 ---
DESIGN New-web
SEO Primi su Motori
POWERED FabioZanoli